Students watch Rubber Duck installation, Florentijn Hofman

Florentijn Hofman – Rubber Duck Sculpture around the world

Rubber Duck sculpture by Florentijn Hofman

“Spreading Joy Around the World”

Una gigantesca paperella di gomma

La papera gigante al porto di Hong Kong è opera dell’artista olandese Florentijn Hofman. L’installazione ha viaggiato in 10 diversi paesi del mondo, toccando 12 città.

Dancers perform during a welcoming ceremony of a giant Rubber Duck created by artist Florentijn Hofman in Hong Kong, 2013. (16.5-meters)
Dancers perform during a welcoming ceremony of a giant Rubber Duck created by artist Florentijn Hofman in Hong Kong, 2013. (16.5-meters)

Una papera di gomma gigante (Rubber Duck) ha attraversato il porto di Victoria, a Hong Kong, accolta da una cerimonia di benvenuto della banda musicale.

L’immensa opera si chiama “Spreading Joy Around the World” che significa “Diffondere gioia in tutto il mondo”.

Il messaggio di questa bizzarra installazione è molto toccante e significativo sia per l’osservatore che per l’artista.

Lo scopo della sua arte è quello di promuovere il messaggio della guarigione, nel mondo e tra i suoi abitanti.

 

Rubber Duck installation by Florentijn Hofman, Sydney
Rubber Duck installation by Florentijn Hofman, Sydney

Paperella dalle dimensioni di ben 16,5 metri, ha viaggiato in dieci diversi paesi del mondo, visitando città tra cui: Hong Kong, Osaka, Sydney, San Paolo ed Amsterdam.

Che Florentijn Hofman sia abituato a pensare in grande lo dimostrano sicuramente le sue opere:

mastodontiche sculture, rappresentanti per lo più animali, che l’artista dissemina per il mondo ma in un modo assolutamente originale e particolare.

Egli utilizza la stessa nonchalance con cui un bambino dimentica in giro i suoi giocattoli, nella propria stanza, al parco o per strada.

Eccezionale trovata. Eccezionale idea di ragionare e di distribuire le sue creazioni fuori dalla norma e dalla mente di tutti.

Rubber Duck around the world, Florentijn Hofman’s installation.

Si pensa che l’artista si sia ispirato ad un fatto accaduto nel lontano 1992, anno in cui una nave da carico cinese, che viaggiava dalla Cina a Seattle, ha perso circa 350 contenitori in mare durante una tempesta.

Si afferma che in alcuni di questi contenitori erano presenti giocattoli da bagno, tra cui papere di gomma.

Circa 28.800 papere di gomma sono state rilasciate nell’oceano e hanno viaggiato in tutto il mondo per almeno un decennio.

Non si sa per certo che l’idea di Hofman sia stata ispirata da questo avvenimento, ma è curioso pensare che anni prima quell’accaduto fosse successo in maniera completamente casuale e che l’artista lo abbia riproposto nel contemporaneo.

Rubber Duck around the world, Florentijn Hofman 's installation, Hong Kong 2013.
Rubber Duck around the world, Florentijn Hofman ‘s installation, Hong Kong 2013.

“Le mie sculture creano scalpore lasciando un sorriso sul volto di chi le guarda. Una sorta di interferenza nella routine quotidiana, di fronte alla quale la gente si ferma, scende dalle biciclette e inizia liberamente a conversare”.

E’ innegabile che trovarsi davanti ad un’opera così d’impatto crea  un’empatia tra l’osservatore, l’opera e il contesto circostante.

Empatia molto più profonda e immediata di tantissime altre opere pubbliche, meno studiate nel effetto finale che devono esprimere.

 

Fonti:

https://en.wikipedia.org/wiki/Rubber_Duck_(sculpture)

http://www.ilpost.it/2013/05/02/la-papera-gigante-al-porto-di-hong-kong-foto/

https://www.collater.al/florentijn-hofman/

https://it.pinterest.com/edvigechiapparo/florentijin-hofmans/

https://www.florentijnhofman.nl/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.