Mazzucchelli Franco – Through the years

Mazzucchelli’s installations through the years

Desertions, Replacement and Reappropriations

Abbandoni, Sostituzione e Riappropriazioni

Nato al Milano nel 1939, Franco Mazzucchelli, a partire dagli anni sessanta lavora sulla sperimentazione dei materiali sintetici,  svolgendo una ricerca approfondita che lo porta alla realizzazione di opere gonfiabili a grande scala.

L’artista si diploma in pittura e scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

Egli crea fin dall’inizio dell’anno 1964 installazioni ambientali nelle quali volumi gonfiabili realizzati in plastica sono resi percorribili e abitabili.

Inglobate nel termine “Abbandoni” si raggruppano le opere installate in luoghi aperti, create e abbandonate al fine di  instaurare un rapporto particolare con il paesaggio che le circonda.

"Abbandoni" installation by Franco Mazzucchelli. Cmargue, France. 1969
“Abbandoni” installation by Franco Mazzucchelli. Cmargue, France. 1969

Lo scopo principale dell’opera è quello di avere un ruolo attivo con la gente.

L’artista non desidera che la gente ammiri e osservi le sue creazioni da lontano; egli le realizza in modo tale che la gente abbia voglia di toccarle. Crea una connessione con l’opera.

L’osservatore non ha un ruolo passivo ma attivo.

Egli “abbandona” le installazioni gonfiabili nello spazio urbano; una contaminazione tra arte e città. Invasione dell’arte nella città.

"Abbandoni" installation by the artist Franco Mazzucchelli. Accademia di Belle Arti di Brera, Milan
“Abbandoni” installation by the artist Franco Mazzucchelli. Accademia di Belle Arti di Brera, Milan

L’esperienza delle strutture gonfiabili di Franco Mazzucchelli prosegue con i progetti “Sostituzione” e “Riappropriazioni” che variano a seconda del luogo in cui sono state installate.

“Sostituzione” all’interno di luoghi pubblici o privati. “Riappropriazioni” all’esterno.

Tanto le “Sostituzioni” quanto le “Riappropriazioni” dell’artista hanno lo sopo di sconvolgere la percezione di un qualsiasi luogo familiare.

"Sostituzione" project by the italian artist Franco Mazzucchelli. Triennale di Milano. 1973
“Sostituzione” project by the italian artist Franco Mazzucchelli. Triennale di Milano. 1973

Sia esso un ambiente domestico o un frammento di città, le installazioni aprono una via di fuga dalla quotidianità, suggerendo uno sguardo inedito sullo spazio che ci circonda.

Con le installazioni di “Sostituzione” si creano grandi bolle di plastica trasparente, sottile che alterano la visione generale dell’ambiente che le contiene.

"Riappropriazioni" installation by Franco Mazzucchelli. Pavia 1975
“Riappropriazioni” installation by Franco Mazzucchelli. Pavia 1975

Franco Mazzucchelli in “Riappropriazioni” (nella metà degli anni Settanta) dona un nuovo modo di vedere ed interpretare i luoghi in cui installa le sue opere gonfiabili, in plastica leggera.

“La trasparenza del materiale gioca un ruolo importante nella lettura dello spazio che diventa etereo.”

"Riappropriazioni" by Franco Mazzucchelli. Parco Sempione, Milan. 1975
“Riappropriazioni” by Franco Mazzucchelli. Parco Sempione, Milan. 1975

Nel Contemporaneo:

Bieca decorazione” vede l’artista confrontarsi con le gallerie, con un pubblico diverso da quello della strada.

Un’esperienza che lo porta ad una produzione artistica dove geometria e colore formano uno stretto connubio, esaltando il fascino della materia plastica.

Franco Mazzucchelli in "Bieca Decorazione".
Franco Mazzucchelli in “Bieca Decorazione”.

La ricerca matura e consapevole dell’artista continua.

Facendo affidamento ai suoi materiali insostituibili: la plastica e l’aria.

 

Fonti:

http://www.statuto13.it/statuto13/Mazzucchelli_Franco.html

http://atpdiary.com/mazzucchelli-converso-milano/

http://www.francomazzucchelli.it/

https://www.flickr.com/photos/francomazzucchelli/albums/72157645055025039/with/10824200386/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.