Robert Janson, Installaton of plastic bags. 2011

Robert Janson – Pink Jellyfish in Plastic bags

Pink Jellyfish made of plastic bags

Robert Janson installation to inhabit an empty space, 2011.

Una installazione per riempire uno spazio vuoto

Nel 2011, gli studenti del Lund Technical College Svezia, hanno accettato la sfida di progettare e creare un’installazione plastico-geometrica in grado di riempire uno spazio completamente vuoto. Robert Janson  ed i suoi compagni di classe hanno scelto di utilizzare sacchetti di plastica per creare la loro struttura.

Robert Janson,Lund Thnical College Svezia Installaton of plastic bags. 2011
Robert Janson,Lund Thnical College Svezia Installaton of plastic bags. 2011

Poiché i sacchetti di plastica diventano lentamente cose del passato e contribuiscono ad inquinare il nostro mondo; questo gruppo di studenti decide di riutilizzare questo materiale per creare qualcosa di nuovo.

Utilizzando luce, calore ed aria, Janson ed i suoi amici costruiscono una scultura in movimento ed in grado di riempire uno spazio completamente vuoto con pochi elementi di plastica riciclata.

L’installazione di Robert Janson, composta da numerose buste di plastica, assomiglia molto ad un raggruppamento di meduse rosa, giganti.

Robert Janson, Installaton of plastic bags. 2011
Robert Janson,Lund Thnical College Svezia Installaton of plastic bags. 2011

Con le sue installazioni, Janson esplora le idee ed i concetti di colore, di geometria e di luce.

Creando questa scultura sospesa e galleggiante, si crea un movimento continuo creato dal visitatore che attraversa l’opera mentre la osserva. L’installazione è stata creata per essere osservata da molto vicino. Questo lo si nota dall’attenzione nei dettagli.

Il processo di installazione inizia con il gonfiaggio di innumerevoli sacchetti di plastica, divisi in gruppi. Successivamente, impiegando i principi della geometria, i sacchetti vengono legati insieme formando “stelle” a sei ed otto sacchetti trasparenti.

Robert Janson,Lund Thnical College Svezia Installaton of plastic bags. 2011
Robert Janson,Lund Thnical College Svezia Installaton of plastic bags. 2011

Le sculture di sacchetti sono molto complicate e particolari; gonfiando i sacchetti più grandi e poi congelandoli, Janson è in grado di creare un’illusione di peso.

I pezzi sembrano essere plasmati in bronzo piuttosto che pieni di aria.

Inoltre modifica le forme delle borse, fondendole con il calore e rendendole tutte diverse l’una dall’altra. La cosa divertente è che possono modificare in qualsiasi momento l’installazione, aumentando o diminuendo il numero delle borse di plastica.

L’installazione è stata costruita dal pavimento al soffitto.. Creata in una stanza abbandonata senza luce naturale, ma circondata da faretti che inondano lo spazio con luce rosa. Per aggiungere un che di misterioso all’atmosfera, gli studenti decidono di aggiungere dei suoni.

 

Fonti:

https://futuresplus.net/2011/10/04/plastic_bag_installation-robert_janson/

http://www.lostateminor.com/2011/04/01/robert-jansons-floating-plastic-bag-sculptures/

https://it.pinterest.com/pin/438186238715169428/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.